Rapporto sul welfare 2012-2013

15 maggio 2014 [Ultimo aggiornamento: 15 maggio 2014 12:54]

Nel mese di aprile 2014 è stato pubblicato dal CNEL il RAPPORTO sul WELFARE 2012-2013, voluto dalla Commissione istruttoria sulle Politiche sociali e della Pubblica Amministrazione.

Il Rapporto effettua una sintesi degli indicatori relativi ai tre ambiti in cui si articolano le prestazioni di protezione sociale (sanità, assistenza, previdenza) analizzati nella Relazione annuale del CNEL al Parlamento e al Governo sui livelli e la qualità dei servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni centrali e locali alle imprese e ai cittadini, relativa all’ultimo triennio. Ma è arricchito anche dalle indicazione emerse in seguito alle audizioni con le Parti Sociali sulla situazione attuale del welfare nel nostro Paese e i suoi possibili sviluppi.

Le fonti statistiche utilizzate sono quelle ufficiali (ISTAT, Ministero dell’Economia, Ministero della Salute, Agenas ecc.) e l’obiettivo perseguito è quello di ricostruire e valutare la situazione del welfare esistente, “al fine di ipotizzare suggerimenti e soluzioni che favoriscano scelte tecniche e decisioni politiche idonee non solo a garantire il mantenimento dell’attuale livello di welfare ma anche di adeguarlo in modo socialmente corretto, pur in presenza delle attuali criticità economiche del Paese”.

La pubblicazione del Rapporto sul welfare ha fornito l’occasione alla redazione di Condicio.it di implementare le informazioni contenute nel nostro data base, arricchendolo con le Relazioni annuali del CNEL al Parlamento e al Governo sui livelli e la qualità dei servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni centrali e locali alle imprese e ai cittadini.

La produzione della Relazione annuale è tra i compiti assegnati al CNEL dalla legge n. 15 del 2009 (art. 9) che conferisce al Consiglio una missione di valutazione dell’impatto dell’azione amministrativa, attraverso la misurazione e valutazione delle performance delle pubbliche amministrazioni in termini di servizi finali resi ai cittadini e alle imprese.

Nel nostro sito è possibile trovare e scaricare le tre Relazioni annuali prodotte: la prima del 2011, la seconda del 2012 e la terza del 2013.

© Riproduzione riservata